Progetto La Casa Comune

Progetto in corso di realizzazione da parte della nostra Associazione grazie al sostegno di Fondazione Cariplo

La nostra Associazione ha avuto in gestione dal Comune di Milano un appartamento di 115 mq. a due passi dal Parco di Trenno, che diventerà una Casa dove realizzare esperienze residenziali per persone con disabilità.

Immaginatevi un appartamento all’interno del quale alcuni ragazzi e ragazze disabili possano condividere l’esperienza dell’abitare autonomamente insieme a giovani normodotati.

L’appartamento sarà una casa vera e propria della quale imparare a prendersi cura, con coinquilini ai quali raccontare la propria giornata al centro diurno e ascoltare la loro, mentre si prepara insieme la cena e si trascorre la serata.

Insomma un ambiente sicuro e stimolante, nel quale i ragazzi rientrano dopo il Centro Diurno e nel quale troveranno a seconda dei giorni i coinquilini, l’educatore, la pedagogista, etc.

Siamo convinti infatti che sperimentare periodi di vita autonoma sia estremamente importante nel percorso di crescita e formazione di chiunque.

Nel nostro caso il ruolo della famiglia sarà centrale: i ragazzi torneranno a casa dal sabato a mezzogiorno alla domenica sera, la Casa non assomiglierà ad una Comunità e le famiglie potranno mantenersi liberamente in contatto con i figli.

In sintesi:

  • il progetto “La Casa Comune” vuole sperimentare percorsi di autonomia abitativa per persone con disabilità e giovani normodotati

  • la proposta non è quella di una “comunità” ma quella di una “casa” convissuta da 4 persone con disabilità e da 2 giovani normodotati

  • l’appartamento è di 114 mq ed è sito a fianco del Parco di Trenno, in via Novara 228

  • le 4 persone con disabilità saranno seguite, dall’ora di rientro dalle strutture diurne a sera , da un educatore che verrà affiancato da una pedagogista (che si occuperà dei rapporti con le famiglie e le strutture diurne) e da una formatrice (che si occuperà prevalentemente dei rapporti con i 2 giovani normodotati)

  • la presenza notturna (ovvero dalle ore 20.30 alle ore 9) sarà garantita dai giovani normodotati

  • non è previsto personale per un accudimento di carattere sanitario, ovvero le persone con disabilità che parteciperanno al progetto non devono necessitare di cure particolari, stante la scelta di non creare una comunità, ma di proporre un co-housing

  • alle famiglie sarà richiesto un contributo pari all’80% della pensione di invalidità/assegno di accompagnamento, mentre il 20% resterà a loro per le spese di carattere personale dei figli (vestiario, ecc..), la parte rimanente per pagare le spese sarà a carico del Comune di Milano e della nostra Associazione

  • i partecipanti rientreranno in famiglia dal sabato tarda mattinata alla domenica prima di cena, e in caso di malattie sarà richiesto un aiuto delle famiglie

  • sono previste attività aggiuntive (corsi di yoga, laboratori di arteterapia, etc.) in base ai desideri espressi dai partecipanti, ma soprattutto si insisterà sul rafforzamento delle autonomie

  • il periodo minimo di permanenza è di 3 mesi, auspicando però che questo passaggio all’autonomia abitativa diventi definitivo: l’obiettivo del progetto non è quello di “far provare” la vita autonoma, ma di “accompagnare” i ragazzi/e alla vita autonoma, meglio quindi pensare che l’uscita di casa del proprio figlio/a sia il primo passo verso una situazione definitiva.

  • per essere ammessi al progetto è necessario aver presentato (o presentare) domanda per essere inserito nelle liste di attesa per la residenzialità, fare specifica domanda alla nostra associazione, avere dei colloqui con la pedagogista che segnalerà al Comune di Milano il nominativo.

Il progetto:

Scrivono di noi:

Convegni:

Video:

Menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi