Conosci il Kung Fu?

Il Kung Fu è un’arte… non (solo) marziale

Insegnanti:

Davide Beltramini – cintura nera 6° Chieh
Francesca Contini – cintura nera 3° Chieh

A chi è consigliato ?

Il Kung Fu è un’arte marziale molto spettacolare, consigliata per chi è in cerca di una pratica di un’attività che permetta di raggiungere ottimi livelli di preparazione atletica, di migliorare le doti di pazienza, concentrazione, adattabilità e flessibilità, utili non solo per la pratica del Kung Fu ma anche per la vita quotidiana.

E’ particolarmente indicata per i piu’ piccoli per sviluppare coordinazione, equilibrio e flessibilità

Contattaci per una lezione di prova

Sede di via Trivulzio

Orari

Bambini e ragazzi

  • età consigliata 4-5 anni
    Lunedì e/o giovedì 16.15 – 17.00
  • età consigliata 6-7 anni
    Martedì e/o venerdì 17.00 – 18.00
  • età consigliata 8-10 anni
    Lunedì e/o giovedì 17.00 – 18.00
  • età consigliata 10-14 anni
    Lunedì e/o giovedì 18.00 – 19.00

Giovani e Adulti

  • età consigliata a partire dai 16 anni
    Lunedì e mercoledì 19.00 – 20.30
    Mercoledì 20.45 – 23.00 (storia, teoria e filosofia del Judo)

Fragilità

  • Judo adattato per persone con disabilità
    Giovedì 11.00 – 12.00

Bambini e ragazzi

  • età consigliata 6-9 anni
    Mercoledì 17.00 – 18.00
  • età consigliata 9-14 anni
    Venerdì 16.00 – 17.30

Giovani e Adulti

  • età consigliata a partire dai 16 anni
    Martedì 21.00 – 22.30
    Giovedì 21.30 – 22.30

Approfondimenti

Shaolin Chuan

Shaolin Chuan

Shaolin Chuan è il termine utilizzato per indicare gli stili esterni e significa: pugilato della giovane foresta.

Il nome ha origine dal famoso monastero buddista Shao Lin Szu, ossia “Tempio della Giovane Foresta” sorto verso la fine del quinto secolo sulle pendici del monte Sung, provincia di Honan.

Il principiante impara per prima cosa la ginnastica preparatoria e le tecniche di base che comprendono: le posizioni, i pugni, le parate, i calci che inizialmente vengono eseguiti da fermo.
In seguito si studia Lien Pu Chuan che è uno stile semplificato che serve per allenare le posizioni e le tecniche fondamentali in movimento.

In quest’esercizio, preparatorio allo Shaolin, le tecniche vengono eseguite ben distinte senza preoccuparsi della rapidità d’esecuzione ma concentrandosi sulla precisione delle posizioni perché nessuna tecnica può essere efficace senza una base stabile e sicura.

Nelle forme di Shaolin bisogne legare fra di loro le varie tecniche, concatenando attacchi e parate in rapida successione che raffigurano un combattimento (Po Chi) contro numerosi avversari immaginari.

Le forme comprendono tecniche di gamba e di cadute poiché le due cose sono spesso collegate tra loro: infatti ad un calcio può seguire una proiezione e quindi è importante saper cadere.

E’ necessario combinare durezza e morbidezza del corpo e adottare una corretta tecnica di respirazione.

I calci vengono studiati prima da fermi e poi in movimento; per l’allievo infatti è importante capire bene il movimento del corpo in quanto si troverà ad eseguire il calcio in equilibrio su una gamba sola o addirittura in volo in caso di calci volanti.

A un livello avanzato i calci vengono eseguiti in rapida successione; questo permette di combinare in maniera naturale ed efficace i diversi calci e di prepararsi al loro impiego pratico durante il combattimento.

Per le cadute viene inizialmente eseguito un esercizio che serve per prendere confidenza con il terreno ed imparare a rotolare in modo corretto sia sulla materassina che sul terreno duro. In seguito non saranno più eseguite da terra ma dall’alto imparando a cadere in modi diversi.

I combattimenti sono preordinati e si eseguono dapprima da soli contro un avversario immaginario sotto forma di Lu e poi contro uno o più avversari reali, cioè i Tao.

L’esecuzione deve diventare naturale e spontanea, oltre che potente e veloce, in modo che l’allievo sarà in grado di applicare le tecniche e le combinazioni studiate anche durante un combattimento libero.

Ad un livello avanzato si utilizzano leve, proiezioni e cadute. In questi combattimenti non solo bisogna saper cadere ma anche rialzarsi il più velocemente possibile, combattere a terra e in piedi contro l’avversario.

Potrebbe interessarti anche:

Menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi