Accoglienza diffusa per richiedenti asilo e protezione internazionale

Nell’ aprile 2017, dopo un lungo lavoro di preparazione realizzato assieme alle amministrazioni locali e alle associazioni dei territori, La Comune ha inaugurato il progetto di microaccoglienza diffusa per richiedenti asilo in due comuni della Val Seriana, Alzano Lombardo e Villa di Serio.

Abbiamo accolto 13 persone provenienti dall’Afghanistan, dal Pakistan, dal Senegal, dalla Costa d’Avorio e dalla Nigeria, e che, una volta giunti in Italia, hanno vissuto per diversi mesi in grandi strutture di accoglienza assieme ad altre decine di richiedenti asilo.

Per loro vivere in un appartamento significa quindi un cambiamento radicale, perché sperimentano una forma di accoglienza che da un lato è molto più vicina alle loro esigenze, e dall’altro chiede loro di essere i primi a contribuire alle attività della vita quotidiana.

Per questo, dopo il piacere di poter cucinare i “propri piatti” o di dormire in una piccola stanza che può essere modificata, personalizzata e fatta propria, i nostri ospiti hanno iniziato a discutere e gestire, con il nostro aiuto, i turni di cucina e di pulizia della casa, la lista della spesa o il modo in cui condividere il salone e la televisione.
Abbiamo quindi cominciato a ragionare e praticare l’accoglienza così, mangiando con i ragazzi e discutendo con loro in salone, ma al contempo stiamo lavorando attorno agli appartamenti e nei territori.

Le relazioni col vicinato sono infatti un elemento chiave del successo dei progetti di microaccoglienza, così come è essenziale costruire una rete di relazioni con le associazioni del territorio, con le quali stiamo costruendo opportunità di incontro e attività per permettere ai nostri ospiti di conoscere i territori e costruirvi le loro relazioni.
Intanto e con molto entusiasmo hanno iniziato un corso intensivo di italiano.

I 7 ospiti a Villa di Serio alla firma dell’accordo di accoglienza presso il Comune e alla presenza del sindaco e dei consiglieri di maggioranza e minoranza

Scarica l’articolo uscito sull’ Eco di Bergamo

Presentazione attività

 

 

 

 

 

 

Ero straniero: l’umanità che fa bene

Scarica il comunicato stampa dell’evento

No results found

Sostieni il progetto condividendolo con altre persone.

Menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi